logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Val di Cornia: entro gennaio una decisione sull’organizzazione dell’emergenza territoriale a San Vincenzo

 

San Vincenzo, 3 gennaio 2019 –  In merito alle difficoltà evidenziate da alcuni sindacati per i medici 118 della Val di Cornia, con particolare riferimento ai rapporti con la Misericordia di San Vincenzo, l’Azienda USL Toscana nord ovest precisa che nelle settimane precedenti si era svolto un tavolo aziendale, alla presenza del direttore sanitario, nel corso del quale era stata analizzata la situazione e si era stabilito di convocare un tavolo tecnico con la partecipazione dei rappresentanti delle associazioni di volontariato e dell’emergenza territoriale dell’Azienda.

Il tavolo tecnico, che si è svolto lo scorso 28 dicembre, ha permesso di raccogliere testimonianze e di  valutare i termini della vicenda che ha portato allo stato di agitazione dei medici 118 della Val di Cornia. Sono state inoltre ribadite le regole da rispettare nei rapporti di tipo professionale ed i requisiti che devono essere garantiti, sia da parte dei professionisti che da parte delle associazioni. E’ stato anche sottolineato che entro gennaio è prevista una rivalutazione ed una eventuale rimodulazione del sistema dell’emergenza in questo territorio. In tale ambito potranno quindi essere stabilite alcune modifiche nell’organizzazione.

L’obiettivo dell’Azienda USL Toscana nord ovest è sicuramente quello di tutelare i medici che operano in un settore delicato come quello dell’emergenza territoriale, ma anche di salvaguardare l’importante collaborazione in atto con le associazioni di volontariato.

La posizione aziendale verrà illustrata alle organizzazioni sindacali in un incontro già fissato per il prossimo 9 gennaio, a seguito dello stato di agitazione proclamato da alcuni sindacati nelle settimane precedenti.

 

(sdg)