logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno
Vaccinazioni obbligatorie

Vaccinazioni obbligatorie

Bando Servizio Civile

Bando Servizio Civile

Per vincere bisogna donare il sangue

Per vincere bisogna donare il sangue

Vaccino antiinfluenzale

Vaccino antiinfluenzale


Astensione dal lavoro per “maternità a rischio” - LIVORNO

 

La domanda, redatta su modulo scaricabile qua sotto, può essere presentata dall'interessata o da persona delegata. In caso di delega l'incaricato dovrà portare oltre al proprio documento di riconoscimento anche quello della lavoratrice che lo ha delegato.

La richiesta per la Zona Livornese (Comuni di Livorno, Collesalvetti e Capraia) può essere:

- portata a mano all'ufficio protocollo aziendale collocato al piano terra dell’ospedale nei pressi dell’ingresso principale di viale Alfieri;
- inviata con lettera raccomandata A/R al protocollo (Azienda USL Toscana nord ovest - Ufficio Protocollo – Viale Alfieri n.36 57124 Livorno);
- inviata con Posta Elettronica Certificata all’indirizzo: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo..

Alla domanda redatta su modulo qui scaricabile deve essere allegata:
- la certificazione* dello specialista ostetrico-ginecologo in originale attestante la condizione di rischio;
- l’autocertificazione della condizione occupazionale (anche questo modulo è scaricabile);
- copia di documento di riconoscimento in corso di validità
- copia dell'ultima busta paga percepita nei casi di lavoratrice con contratto di lavoro a tempo determinato.

* In caso di certificazione rilasciata da un ginecologo privato, la lavoratrice sarà invitata a visita anche presso uno specialista pubblico. A questo scopo la lavoratrice sarà successivamente contattata dagli Uffici dell’Azienda USL e le sarà comunicata la sede, la data e l’ora della visita ostetrico-ginecologica di convalida.

Esaminata la documentazione fornita, l’Azienda USL emetterà il provvedimento di astensione anticipata dal lavoro e lo trasmetterà mediante Pec all’Inps. Copia del provvedimento di interdizione anticipata sarà inviata anche alla lavoratrice tramite Pec o e-mail ordinaria, se forniti, oppure per posta all’indirizzo di residenza. Una copia del provvedimento di interdizione sarà inviata a cura dell’Azienda USL anche al datore di lavoro esclusivamente se la lavoratrice avrà indicato nella domanda un indirizzo Pec o di e-mail ordinaria del proprio datore di lavoro altrimenti dovrà provvedere personalmente a consegnargliene copia.

Per informazioni è possibile rivolgersi a:
Sportello telefonico: Tel. 0586/223373 tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle 9 alle 13;
Sportello al pubblico: Ufficio Segreteria della Zona-Distretto Livornese al secondo piano del Padiglione 24 (Ex Poliambulatorio, viale Alfieri) il martedì e il giovedì dalle 9 alle 13;
Sportello informatico: scrivendo a: Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo.

 

Attachments: