logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Pediatra di famiglia

 Chi è il Pediatra di famiglia

Il Pediatra di Famiglia è un medico convenzionato con il Servizio Sanitario Nazionale, specializzato nella cura di bambini ed adolescenti.
L'assistenza pediatrica è garantita ai bambini dalla nascita fino al compimento del 14° anno. Per particolari situazioni e su richiesta dei genitori, può essere prolungata fino al compimento dei 16 anni.
L'attività del Pediatra di Famiglia si svolge prevalentemente in ambulatorio con visite periodiche di controllo (Bilanci di Salute), visite mediche, prescrizioni di terapie e, se necessario, consulti con altri specialisti e prescrizioni di esami di laboratorio.
Oltre alla diagnosi e alla cura delle malattie sono suoi compiti nei confronti dei propri assistiti anche la prevenzione e l'educazione sanitaria (in particolare per i comportamenti familiari che si riflettono sul benessere psico-fisico del bambino). 

Dove e quando: l'ambulatorio

L'ambulatorio del Pediatra è una struttura privata dotata di telefono e di attrezzature idonee ad una corretta assistenza e aperta tutti i giorni feriali.
E' chiuso nei giorni di sabato e domenica.
L'orario di apertura è esposto nella sala di attesa dello studio e presso i distretti della ASL.
L'assistenza pediatrica è garantita tutto l'anno; in caso di assenza del Pediatra, è un suo sostituto a prendersi cura del bambino.
In orario notturno (dalle ore 20.00 alle ore 8.00) e nei giorni prefestivi e festivi, è attivo il Servizio di Guardia Medica.
Le visite ambulatoriali vengono, di norma, effettuate per appuntamento, salvo eventuali emergenze per le quali è comunque consigliabile contattare il Pediatra prima di portare il bambino presso l'ambulatorio.
Il Pediatra si impegna a soddisfare tutte le richieste anche nei momenti critici di epidemia prestando così la sua assistenza a molti bambini.
Anche per questo motivo è importante cercare di non affollare lo studio per motivi banali e rispettare le modalità di accesso indicate dal medico.

La visita a casa

La visita domiciliare è eseguita, di norma, nel corso della stessa giornata se richiesta entro le ore 10.
Quando, invece, la richiesta giunge dopo le ore 10 la visita viene effettuata entro le ore 12,00 del giorno successivo.
Il bambino ammalato può trarre maggiore vantaggio se viene visitato in ambulatorio, dove il Pediatra può effettuare esami diagnostici o strumentali che gli permettono una diagnosi più accurata.
Inoltre, è importante che i genitori sappiano che il bambino con la febbre può essere tranquillamente accompagnato, con i propri mezzi di trasporto, presso l'ambulatorio, poiché questo non espone il bambino ad alcun rischio. Sarà il Pediatra a valutare, caso per caso, la necessità di un eventuale visita domiciliare dopo aver constatato che è meglio non trasportare il bambino.

I farmaci, gli esami di laboratorio e le visite specialistiche

Il Pediatra si assume la responsabilità delle proprie prescrizioni e può darvi i consigli più efficaci per tutelare al meglio la salute del vostro bambino.
Il Pediatra decide gli accertamenti diagnostici e le cure necessarie e non è obbligato a trascrivere sul proprio ricettario le prescrizioni di altri medici.
Cosa non si paga

Visite ambulatoriali e domiciliari.

Certificati per la riammissione a scuola dopo una malattia.
Certificati per l'astensione dal lavoro del genitore per malattia del bambino.
Certificati di idoneità all'attività sportiva in ambito scolastico (su richiesta scritta delle scuole).
Prescrizioni di esami strumentali e di laboratorio.
Prescrizioni di visite specialistiche e cure termali.

Cosa si paga

Certificati di idoneità allo svolgimento di attività sportiva non agonistica.
Visite effettuate nei giorni in cui è attiva la Guardia Medica
Certificati dietetici per mense scolastiche.
Compilazione di schede per campi scuola, campeggi, colonie.
Certificati ad uso assicurativo.
Vaccinazioni.
Esami diagnostici.
Altre certificazioni non previste tra quelle gratuite.
N.B. Le disposizioni normative di riferimento sono contenute nel Decreto del Presidente della Repubblica n. 272/2000 (Gazzetta Ufficiale n. 230 del 02/10/2000).


quando il bimbo è appena nato

Sarà chiesta al pediatra la prima visita che dovrà essere effettuata entro il primo mese di vita del neonato. In quella occasione, il pediatra farà il primo Bilancio di salute. I bilanci di salute, sono visite programmate previste a scadenze precise che saranno poi ripetuti fino al 14° anno di età del bambino.