logo Regione Toscana

Azienda Usl Toscana nord ovest

Massa Carrara | Lucca | Versilia |Pisa |Livorno

Agenda

Convegno sulle lesioni cutanee croniche (Pontedera Museo Piaggio – 13 ottobre)

 

Pontedera, 9 ottobre 2017 – Si terrà a Pontedera al Museo Piaggio, il 13 ottobre prossimo, a partire dalle 9.00, il corso che si propone di approfondire le conoscenze diagnostiche ed il trattamento avanzato delle lesioni cutanee croniche che rappresentano un aspetto fondamentale del paziente internistico.

“Mediamente circa il 50% dei costi di gestione del paziente ulcerato sono da attribuirsi al ricovero ospedaliero finalizzato al trattamento delle complicanze – sottolinea Roberto Andreini, direttore della medicina di Pontedera e responsabile delle degenze mediche dell’ASL Toscana nord ovest -  tra cui le più significative sono rappresentate dalla sepsi e dalle amputazioni minori e maggiori. In considerazione dell’invecchiamento della popolazione, associato a più patologie croniche, è fondamentale la gestione del paziente ulcerato in un contesto multidisciplinare specialistico che preveda l’interazione di diverse figure professionali fra ospedale e territorio. In particolare la tempestività diagnostica e l’appropriatezza nel trattamento, che non può essere solo di natura locale ma anche e soprattutto internistico, sono gli aspetti su cui bisogna maggiormente porre l’attenzione nei prossimi anni, individuando percorsi diagnostico-terapeutici mirati”.

“La criticità del rapporto tra ospedale e territorio nella gestione del paziente con ulcere cutanee: passato, presente e futuro”, è il titolo del convegno, organizzato dal dott. Valerio Vallini, responsabile dell’ambulatorio vulnologico del reparto di Medicina dell’ospedale Santa Maria Maddalena di Volterra.  Esperti del settore, fra cui il presidente World Union of Wound Healing Societies, prof. Marco Romanelli, interverranno presentando e discutendo con i partecipanti i risultati delle loro esperienze cliniche, unitamente ai più recenti dati pubblicati della letteratura. (dg)

Scarica il programma

Attachments: